Vasto saluta il generale Michele Sirimarco

 
 

Due giorni fa, nell’Aula consiliare del Comune di Vasto, il sindaco Francesco Menna, insieme al presidente del Consiglio Comunale Mauro Del Piano, alla giunta e alle massime autorità civili e militari del territorio, ha salutato il Generale Comandante della Legione dei Carabinieri di Abruzzo e Molise Michele Sirimarco.

Il Generale, oggi 31 agosto, lascia la guida del comando della Legione per assumere da domani quello della Legione Allievi Carabinieri di Roma, comando che ha alle sue dipendenze la scuola Allievi Carabinieri di Roma, Reggio Calabria, Iglesias e Campobasso.

Le nostre sono comunità che spesso vivono situazioni difficili. I cittadini – ha detto il sindaco Mennasi innamorano di quelle conferenze stampa, di quegli articoli di giornali che si fanno a seguito delle grande operazioni. Dico sempre, che dietro queste operazioni c’è un grande lavoro che non va sui giornali. Un grande lavoro che non diventa pubblico. Siamo grati per il lavoro che fate. Grazie a lei, alle Forze dell’Ordine. Grazie al Tribunale e alla Procura per quella grande sinergia che mettete in campo. Grazie di cuore e mi auguro che ci venga a trovare. Le porte della nostra città e dell’Abruzzo sono sempre aperte”.

Il sindaco Menna  inoltre a nome della città ha consegnato al Generale Sirimarco una targa in segno di riconoscimento per il lavoro svolto.

 

Il Presidente dell’Anci Abruzzo, Luciano Lapenna ha portato il saluto al Generale a nome di tutti i Comuni abruzzesi. Lapenna  ha sottolineato che Sirimarco  è stato un punto di riferimento importante per i sindaci, che si sono sentiti sostenuti nella difficoltà amministrative, soprattutto in una Regione tanto complessa come la nostra.

 

Il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca ha espresso gratitudine per il lavoro svolto sul territorio.

Gratitudine – ha detto Tiziana Magnaccaall’uomo della negoziazione, questa grande capacità che tutta la mia comunità le riconosce per aver saputo dialogare insieme a noi e per aver saputo concretizzare l’interesse collettivo. Lei è un uomo dello Stato che merita i dovuti riconoscimenti. Le auguriamo che questo Paese possa riconoscerle un ruolo di rilievo non solo nell’Arma”.

 

Posso testimoniare la sua presenza sul territorio – ha aggiunto il sindaco di Cupello, Manuele Marcovecchiola nostra non è una comunità molto grande, ma più volte ha voluto conoscerne i problemi. Questo dona valore aggiunto al suo lavoro sul territorio. Grazie e auguri”.

Mi sento di ringraziare il Generale e l’Arma dei Carabinieri – ha concluso il sindaco di Scerni, Alfonso Ottaviano – per il lavoro svolto anche in piccole comunità, che soffrono di vulnerabilità particolari rispetto ai centri più importanti. Nel mio Comune con pochi abitanti, ma un territorio molto grande difficile da gestire, la presenza della stazione dei Carabinieri riesce a garantire la sicurezza”.

 

Il generale ha sottolineato come nella nostra regione è stata fondamentale la collaborazione tra le forze dell’ordine e i cittadini. Una collaborazione che non è scontata in altre parti del nostro Paese.

 

Il generale Michele Sirimarco ha inoltre annunciato di voler vivere in Abruzzo.

 

Io e la mia famiglia – ha detto – siamo talmente affezionati a questa terra, che abbiamo deciso di rimanere qui. Sarò ambasciatore e testimone di tutti i valori dell’Abruzzo