Vasto piange Valter Marinucci

 
 

Come al solito “Il Caffè” non fa mai a gara a dare per primo la notizia. Per motivi di parentela, sono stato avvisato da Michele Tana, ancora incredulo per l’accaduto, e sono stato tra i primi ad andare. Ma vorrei essere l’ultimo a dare questa notizia, anzi non ho alcuna voglia. Mi piacerebbe credere che Valter, tra le persone più spiritose che abbia mai conosciuto, ci abbia voluto fare un gigantesco pesce d’aprile. Ma purtroppo non è così. Quella di oggi, non sarà una rievocazione, ma non voglio credere che sarà un addio.  Nonostante la sua mole, Valter era una persona leggera. Non frivola o superficiale, ma che ha saputo attraversare la vita con la leggerezza e con il sorriso. Arrivederci Valter!

(Alessandro Leone)