Le proprietà benefiche dell’olio d’oliva

 
 

 

Nella, per certi versi giusta, guerra agli alimenti grassi, l’olio d’oliva era stato nel passato ingiustamente messo tra gli alimenti da attenzionare. Al grido di “tagliare i grassi” si era eliminato o fortemente ridimensionato un alimento che oltre ad essere insostituibile nella buona cucina, ha poi rivelato, come i più recenti studi scientifici dimostrano, essere un valido aiuto per il nostro organismo.

In altre parole, l’olio d’oliva, non solo non fa male, ma fa molto bene alla salute.

L’olio di oliva, contiene infatti numerose sostanze antiossidanti che aiutano a proteggere il corpo dall’invecchiamento delle cellule, ma anche dai processi infiammatori e certe malattie degenerative, quali ad esempio morbo di Alzheimer.

Su 100 grammi di olio d’oliva, ci sono ben 73 grammi di acidi grassi monoinsaturi, grazie ai quali l’olio di oliva aumenta la fluidità del sangue e aiuta a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo LDL (o colesterolo cattivo), proteggendo così cuore e arterie.

Ricco di  vitamina E, l’olio extravergine di oliva protegge dall’osteoporosi, rendendo questo condimento ottimo per l’alimentazione sia degli anziani che dei bambini, in quanto contribuisce a rendere più forti le ossa.

Notevole anche il contributo di questo alimento alla stimolazione delle difese immunitarie.

Inoltre, l’acido oleico stimola la cistifellea, che aumenta la produzione degli acidi biliari, favorendo così la digestione.

Ecco i valori  nutrizionali calcolati su 100 grammi di olio di oliva

  • Calorie 884
  • Grassi 99,90 g
  • Acidi grassi saturi 14 g
  • Acidi grassi polinsaturi 11 g
  • Acidi grassi monoinsaturi 73 g
  • Acido Linoleico  9,7 g
  • Acido Linolenico 0,7 g
  • Sodio 2 mg
  • Potassio 1 mg
  • Calcio 1 mg
  • Ferro 0,6 mg
  • Vitamina E 14,35 mg
  • Vitamina K 60.2 μg
  • Fitosteroli 221 mg

(fonte: leonardo.it)