Grandinata, Fratelli d’Italia: “La competenza sui danni è esclusivamente del Governo nazionale”

 
 

Un  comunicato del circolo cittadino di Fratelli d’Italia, replica alle dichiarazioni del Sindaco di Vasto Francesco Menna circa i mancati risarcimenti a seguito della grandinata del luglio scorso:

“Il Sindaco di Vasto Francesco Menna dimostra sempre più la sua incompetenza, e di non conoscere neanche le leggi che regolano la dichiarazione dello Stato di emergenza per la grandine. Se le conoscesse, saprebbe che la competenza per la proclamazione dello Stato di emergenza, ai sensi del D.lgs 1/2018, spetta al Governo nazionale. La Regione Abruzzo ha agito con assoluto tempismo, facendo la ricognizione dei danni in tempo record, e chiedendo al governo nazionale di proclamare lo stato di emergenza il 5 agosto 2019, soli 25 giorni dopo il cataclisma, con la delibera di Giunta regionale 466. Da allora tutto fermo, tutto bloccato dal Governo giallorosso degli amici del Sindaco. Consigliamo al Primo Cittadino di smettere di diffondere fake news per attaccare la Regione, e di attaccarsi al telefono per convincere qualche Ministro o Sottosegretario del Governo Conte, appoggiato dal partito di cui fa parte Menna, a proclamare lo stato di emergenza. Solo così, e non con la propaganda, i cittadini di Vasto potranno vedersi riconosciuti i cospicui danni della grandinata. Se il Governo Conte non dovesse riconoscere lo stato di calamità al nostro territorio, sarebbe una assoluta mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini, e chiediamo sin da ora al Sindaco di organizzare una manifestazione sotto Palazzo Chigi, alla quale sin da ora annunciamo la nostra adesione”. 

È quanto afferma il circolo cittadino di Fratelli d’Italia in risposta alle dichiarazioni del Sindaco di Vasto Francesco Menna circa i risarcimenti concernenti la grandinata del luglio scorso.