CON IL NUOVO CONTRATTO MENO RIFIUTI IN DISCARICA E DIFFERENZIATA IN CRESCITA

 
 

Riduzione di circa 1.600 tonnellate di rifiuti indifferenziati

A Vasto aumenta la percentuale di raccolta differenziata e si riducono i rifiuti da portare in discarica. Il 2019, infatti, si chiude con la percentuale che supera il 71%, andando ben oltre gli obiettivi di legge.

I benefici per i cittadini sono rilevanti. Il più importante è la riduzione di circa 1.600 tonnellate di rifiuti indifferenziati, sottratti alla messa in discarica, con gli evidenti risparmi economici ed ambientali.

“Questo importante passo in avanti dichiarano il sindaco di Vasto, Francesco Menna e l’assessore alle politiche ambientali, Paola Cianci è avvenuto grazie alle modifiche migliorative sulla raccolta previste nel nuovo contratto sottoscritto con la Pulchra.

Una fra tutte è la riduzionedella raccolta della frazione “residuo”, ovvero la parte non riciclabile, che è passata da due giorni ad un solo giorno a settimana. Questo ha stimolato i cittadini a prestare maggiore attenzione ai materiali inseriti in questa frazione che, purtroppo, deve finire in discarica. Infatti, molto spesso nel residuo, impropriamente chiamato “indifferenziato”, finiscono materiali recuperabili. Limitare il numero di conferimenti di “indifferenziato” consente di limitarne la quantità prodotta. È ormai così nella stragrande maggioranza dei calendari di raccolta porta a porta.

Inoltre, sempre con il nuovo contratto abbiamo sostituito la raccolta del vetro effettuata con campane stradali, ormai vecchie e obsolete, con il sistema porta a porta consentendo di raccogliere, su base annuale, 106 tonnellate in più.

Particolarmente rilevante è stata, poi, la campagna di sensibilizzazione nel periodo compreso da febbraio/aprile 2019, finalizzata alla informazione sul nuovo calendario, alla distribuzione di nuovi contenitori “intelligenti”, al passaggio alla raccolta porta a porta del vetro, all’implementazione di nuovi servizi e alla comunicazione dell’applicazione junker che spiega all’utente come differenziare i materiali da conferire per non commettere errori. Durante la campagna, oltre venti addetti, appositamente formati, hanno consegnato circa quattordicimila kit di contenitori a domicilio e presso l’ecosportello. Il tutto accompagnato da oltre cento manifesti, banner web, quindici incontri nelle scuole e tre giornate informative nelle contrade della città.

L’incremento della percentuale di raccolta differenziata, quindi, è avvenuto a partire dai mesi di aprile e maggio 2019 in coincidenza con queste migliorie del servizio. Un nuovo balzo della percentuale di raccolta differenziata in città sarà dato dalla nascente isola ecologica comunale, centro di raccolta e centro del riuso, dove si potranno conferire ancora altre tipologie di materiale. Inoltre, gli uffici comunali e Pulchra sono impegnati nella costante rimozione di rifiuti abbandonati anche grazie alle segnalazioni dei cittadini e comitati di quartiere. Il grande lavoro portato avanti dall’amministrazione comunale dal 2016 ad oggi – concludono Menna e Cianci – ha generato importanti risultati in un settore delicato come quello della gestione dei rifiuti”.