Centenario Grande Guerra: in tanti alla prima cerimonia commemorativa

 
 

Sabato scorso, nell’auditorium del Liceo Artistico “Pantini-Pudente” di Vasto, hanno preso l’avvio le cerimonie commemorative organizzate dall’Amministrazione Comunale di Vasto – in collaborazione con le Associazioni Combattentistiche e d’Arma, nonché della Società Vastese di Storia Patria, Università delle Tre Età, Rotary Club, Vastophil, Coro Histonium “Lupacchino dal Vasto”, Ordine degli Avvocati ed il mondo della Scuola – per ricordare la fine della Grande Guerra (1915-1918).

Il primo degli incontri programmati, che andranno avanti fino al prossimo 17 novembre, ha visto la partecipazione delle Autorità cittadine e di molti studenti.

Ha fatto gli onori di casa la prof.ssa Anna Orsatti, dirigente del Liceo “Pantini-Pudente”, che ha sottolineato il significato della iniziativa tesa a conservare la memoria di un evento così disastroso come la guerra quale monito per le future generazioni.

Il Sindaco della Città Francesco Menna, intervenuto assieme agli assessori Giuseppe Forte e Anna Bosco, ha posto l’accento sul significato della inciviltà dei popoli che è alla base dello sfaldamento della società.

Gli studenti del Liceo Classico, guidati dal prof. Rodini, hanno quindi recitato alcuni brani legati al primo conflitto mondiale palesando una profonda conoscenza di quell’evento che agli inizi del 1900 sconvolse il mondo intero ed in particolare l’Europa, provocando la morte di milioni di uomini con il pesante contributo delle vittime italiane stimate, tra militari e civili, in oltre un milione e 200 mila persone.

Il prof. Roberto Montanaro, relatore del convegno, è stato presentato dal dott. Massimo Di Rienzo, membro della Società Vastese di Storia Patria.

Il tema trattato con grande lucidità e dovizia di particolari dal prof. Montanaro è stato: “Quattro interpretazioni della Grande  Guerra: Caccia  Dominioni,  Comisso,  Lussu, Monelli ”.

Nel corso del suo intervento il prof. Montanaro ha tenuto desta l’attenzione del folto uditorio mostrando preziosi cimeli della Grande Guerra.

Ricordiamo che venerdì prossimo 26 ottobre è in calendario il secondo degli incontri programmati presso l’Istituto Tecnico “Filippo Palizzi”, a cura del Rotary Club.