Assegnata la bandiera verde a Vasto, spiagge con caratteristiche adatte ai bambini

 
 

Presso il Pala Dean Martin di Montesilvano l’assessore Anna Bosco del Comune di Vasto in rappresentanza del sindaco Francesco Menna, impegnato a Taranta Peligna per le celebrazioni del 73^ anniversario della Liberazione ha ritirato la bandiera verde.
Il prestigioso vessillo viene assegnato alle località marine con caratteristiche adatte ai bambini, selezionate attraverso un’indagine condotta fra un campione di pediatri .
“L’attribuzione della bandiera verde – ha detto il sindaco di Vasto, Francesco Menna – sta ancora una volta a premiare la bellezza di questa città. La qualità dell’aria, dell’acqua e le qualità delle nostre terre, ma è anche frutto di un lavoro fatto in questi anni in cui ci si è battuti per le piste ciclabili, per le Riserve, per il Parco della Costa Teatina, per la Via Verde. Insomma per tutti quei progetti che hanno premiato e premiano questa città e la vogliono far diventare una perla nell’Abruzzo conosciuta e riconoscibile a tutti”.

L’assegnazione delle bandiera verde ha come obbiettivo è quello di aiutare le famiglie a scegliere le località di mare, meta preferita per chi ha bambini, per trascorrere il periodo di vacanza nel modo più idoneo e sicuro, in base alle valutazioni dei pediatri, in modo tale che genitori e figli possano trarre i maggiori vantaggi dalla vacanza, con benefici per la salute e la crescita.

“Una conferma importante – ha detto Paola Cianci, assessore con delega alle Politiche Ambientali – che si aggiunge ai risultati positivi sulla balneabilità delle acque del nostro mare. Vasto si presenta anche quest’anno alla portata delle tante tipologie di turisti, compresi i bambini che possono godere dei servizi idonei per le loro vacanze”.
“Le spiagge di Vasto sono sempre più conosciute – ha detto l’assessore Anna Bosco – ed è un orgoglio poter rappresentare la città in questi contesti. La bandiera verde è un vessillo che impreziosisce il litorale di Marina di Vasto, e come amministratori ci consegna una responsabilità in più rendere sempre di più le nostre città nella loro interezza a misura dei bambini e delle famiglie, esigendo uno sguardo ed un attenzione diversa ai più piccoli”.